A seguito dell’ultimo DPCM di oggi 24 ottobre, siamo rammaricati di dover comunicare nuovamente la sospensione degli allenamenti fino al 24 novembre. Speravamo che ciò non avvenisse perché sappiamo bene quanto sia importante l’attività sportiva per i nostri atleti ma, sappiamo anche, quanto sia importante tutelare la loro salute.

 

Nella speranza di tornare quanto prima in piscina, con le dovute accortezze, vi salutiamo con un grosso “Arrivederci a presto” .

 

Aiutaci a sostenere la nostra associazione!

Aiutaci a ripartire più forti di prima!

Aiutaci a coltivare i sogni dei nostri atleti!

Grazie!

 

 

La piscina intercomunale di Fucecchio e Santa Croce sull'Arno sarà teatro dei noni Campionati Regionali di Nuoto Paralimpico di Finp e Fisdir.

Domenica 16 febbraio dalle 15 si terrà, dunque, uno degli eventi più importanti del nuoto paralimpico: settantacinque partecipanti (e venti società)

da tutta la Toscana si sfideranno per poter arrivare ai Campionati Nazionali. Gli atleti hanno disabilità fisiche e intellettivo-relazionali,

vanno dagli otto anni a più di quaranta. Deus ex machina della giornata è Asd Aquateam Nuoto Cuoio, da sempre portatore del messaggio

che sport e inclusione possono andare a braccetto. Fare sport senza barriere, nella sua dimostrazione più grande e partecipata:

non a caso ben sei enti si sono messi assieme per un evento storico, una 'prima' per la piscina intercomunale. Come detto,

i comuni interessati sono molti, oltre a Fucecchio e Santa Croce anche Cerreto Guidi, San Miniato, Castelfranco di Sotto e

Montopoli in Val d'Arno. Coinvolte anche Aquatempra, La Calamita Onlus, Coop e la Pubblica Assistenza di Castelfranco di Sotto.

Fischio d'inizio alle 15, alle 15.15 partiranno ufficialmente le gare che dureranno fino alle 18. A seguire saranno consegnate

le targhe memoriali in ricordo dell'atleta Mirko Volpini e dell'operatore Alessandro Carli, scomparsi lo scorso anno,

e infine le premiazioni. Gianluca Drago di Aquateam, presente con Letizia Matteoli, ha spiegato: "Siamo contentissimi di portare in alto

lo sport paralimpico. Con lo sport riusciamo a garantire la vera inclusione sociale". Gli ha fatto eco Alessio Focardi del Comitato

Italiano Paralimpico e di Fisdir: "Più comuni e persone si coinvolgono, meglio si sta. Paralimpismo e sport paralimpico sono

un buon pezzo di welfare. Gli enti hanno dimostrato molta sensibilità in questa organizzazione". "Mi auguro che questo connubio

possa andare avanti. È bello che un evento così importante possa tenersi nella nostra struttura. Le attività sportive uniscono" ha detto

il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli. A proposito della piscina, ha aggiunto: "Abbiamo un progetto per realizzare qualcosa

nella zona esterna, per utenti e famiglie. Speriamo di fare un gruppo di comuni del Cuoio per la gestione di questa piscina e di quella

di Castelfranco". Assieme a Spinelli anche gli assessori dei vari comuni Cristina Scali, Simone Coltelli, Federico Grossi, Loredano Arzilli,

Fabio Gargani e Moreno Costagli.

 

Gianmarco Lotti

Fonte © gonews.it

 

 

 

 

 

Ieri sera presso l'azienda Agricola Pietro Beconcini di San Miniato (PI) si è svolta la "Cena di Fine Estate" del Rotary Cascina e Monte Pisano, un evento con il nobile scopo della "solidarietà": una raccolta fondi a favore della nostra associazione. A questo evento ha contribuito anche la Concessionaria BMW di Pisa. Siamo stati molto onorati e lusingati di questo loro pensiero nei nostri confronti, grazie!

E' stata una cena molto bella, con carne di ottima qualità della Macelleria "Lo Scalco" di San Miniato e di vino di ottima qualità dell'azienda agricola, il tutto condito da una location unica....oseremo dire da favola!

E' stata anche un'opportunità per conoscere e farsi conoscere da altre persone che sono sul territorio, ma soprattutto è stata una preziosa occasione per spiegare il nostro operato con i nostri atleti e risultati fino ad adesso ottenuti.

L'evento è stato magistralmente organizzato dal neo Presidente del Rotary Cascina e Monte Pisano Dott. Simone Lepori, il quale non finiremo mai di ringraziare per la somma raccolta grazie a quasta cena: ben € 1.200,00!

Tale somma verrà destinata all'acquisto di materiale per i nostri atleti e cioè di cuffie di alta tecnologia che ci permetteranno di comunicare con loro durante gli allenamenti, mantenendo così il distanziamento e preservando la sicurezza per tutti.

Desideriamo ringraziare pubblicamente oltre al Dott. Simone Lepori anche gli altri Presidenti dei club presenti: Rotary Club di Pisa, Rotary Club di Pisa Pacinotti, Rotary Club di Pontedera, Rotary Club di San Miniato e Rotary Club di Castelfranco di Sotto e Valdarno inferiore.

I ringraziamenti vanno inoltre a tutti i presenti alla cena e ai nostri atleti, un esempio per tutti di tenacia e volontà, e ai loro familiari che grazie alla fiducia che ci riservano ogni giorno, ci permettono di raggiungere e vivere tante soddisfazioni.

 

 

Nella speranza che questo periodo di stop forzato si concluda presto e che ci si possa ritrovare in piscina quanto prima, da parte di tutto lo staff facciamo i nostri migliori Auguri a tutti nostri atleti, alle loro famiglie e a tutti voi che ci seguite con affetto.

Un abbraccio.

 

La data si avvicina inesorabilmente, i preparativi fervono!

 

 

 

Ringraziamo il Comune di Fucecchio per averci fatto dono di questo bellissimo manifesto in occasione dei Campionati Regionali di Nuoto Paralimpico.

 


È bellissimo!

 

Ringraziamo i Comuni che hanno concesso il patrocinio:

- Comune di Fucecchio

- Comune di S. Croce sull'Arno

- Comune di San Miniato

- Comune di Cerreto Guidi

- Comune di Montopoli in Val d'Arno

- Comune di Castelfranco di Sotto

e gli Enti che hanno concesso il patrocinio:

- C.O.N.I. Comitato Regionale Toscano

- C.I.P. Comitato Regionale Toscano

- F.I.N.P. Federazione Italiana Nuoto Paralimpico

- F.I.S.D.I.R. Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali

- U.I.S.P. Comitato di Zona del Cuoio

- La Calamita ONLUS

 

Tutti loro stanno pubblicizzando questo importante evento con entusiasmo e coinvolgimento. Grazie!

 

Non c’è bisogno di dirlo ma siete tutti invitati per fare il tifo a tutti gli atleti che parteciperanno ai Campionati!

 

Programma Manifestazione:

ore 15,15: Inizio gare - Campionati Regionali Atleti Agonistici FINP e FISDIR (DIR-A) C21 e Promozionali FISDIR (DIR-P)

ore 18,00: Termine Gare

ore 18,05: Memorial

ore 18,15: Premiazioni

 

 

 

 

 

Siamo felici e onorati di annunciare questo importante evento!

Ringraziamo il Circolo Rotary – Club Cascina e Monte Pisano dall’attenzione che hanno rivolto alla nostra associazione

Organizzando la cena di fine estate hanno deciso di devolvere parte del ricavato a sostegno dei nostri Atleti

Grazie infinite! Questo ci lusinga e ci trasmette un forte sostegno morale in questo periodo non facile

Chi volesse partecipare è il benvenuto!

Costi e dettagli sulla locandina

Contattateci!

Grazie

 

Info e Prenotazioni

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

In merito al commento del nostro Presidente Drago Gian Luca sull'articolo uscito ieri su "ILCUOIOINDIRETTA.IT" e condiviso sulla nostra pagina Facebook, pubblichiamo qui di seguito la risposta di Federico Grossi (Assessore allo Sport del Comune di Castelfranco di Sotto) e la Nostra risposta in merito a ciò che ha scritto.

 

Ai genitori della Acquanuoto Team in merito alla presa di posizione pubblica dell’associazione stessa

 

Gentile Presidente,

Caro Gianluca,

 

In merito al comunicato di alcuni "ex collaboratori Uisp Cuoio" della Piscina Comunale non posso non intervenire per smentire la ricostruzione semplicistica e non corretta della situazione. Non corrisponde assolutamente al vero che l'amministrazione comunale sia disinteressata alla Piscina Comunale di Castelfranco così come l'investimento sarebbe stato a carico di alcuni privati a fonde perduto senza onere per l'ente pubblico.

 

Nel nostro programma di mandato c'è un punto programmatico molto chiaro dedicato alla piscina, che per noi è e rimane un caposaldo della nostra azione politica - come tutto lo sport - ed abbiamo impiegato fino ad oggi tutte le nostre forze per individuare una possibile soluzione per l'impianto. Dopo vent’anni dalla sua realizzazione, la nostra piscina comunale necessità di grandi investimenti che da sola l’amministrazione comunale non è in grado di fare per garantire stagione estiva ed invernale. L'opzione individuata dall'amministrazione comunale è quella della formula del parteneriato pubblico-privato tramite bando pubblico dove il privato si fa carico dell'investimento per un periodo medio-lungo - in questo caso tra i 10 ed i 15 anni - a fronte di un canone da corrispondere al privato da parte dell'amministrazione comunale.  Non è quindi pensabile che investimenti e gestione vengano affidati direttamente ad un privato trattandosi di bene pubblico. Negli ultimi anni sono stati spesi circa 50mila € in investimenti da ambo le parti. Ma così come è adesso non può più andare avanti, con costi energetici di gestione enormi soprattutto nel periodo invernale con un pallone Pressostatico tenuto in piedi h24 da aria calda. La struttura necessità di interventi di efficientamento energetico e termico nonché di interventi strutturali importanti alle vasche per continuare ad operare, come è adesso, tutto l'anno.

 

Dopo la chiusura della gestione a settembre scorso, prima della pubblicazione del nuovo bando di investimento e gestione, abbiamo fatto una verifica tecnica degli investimenti da fare ed in seguito abbiamo aggiornato il nostro Regolamento comunale per l’uso e la gestione degli impianti sportivi in conformità alla Legge Regionale sullo sport. Lo abbiamo fatto in consiglio comunale nei giorni prima di Natale e ci eravamo presi l’impegno di pubblicare appalto pubblico entro fine gennaio 2020. Con qualche settimana di ritardo siamo arrivati a febbraio con atto di indirizzo e schemi di appalto pronti, dopodiché da fine febbraio a inizio marzo per il coronavirus ci siamo fermati. In questo momento la piscina è l’ultimo dei problemi. La mia non è stata una battuta infelice. Anzi, lo ripeto: siamo in un momento di estrema difficoltà per tutti dove una pandemia mondiale sta stravolgendo le nostre vite, dove ogni giorno cresce il numero dei contagiati e ricoverati in ospedale con una possibile recessione economica in vista. Da inizio marzo tutte le forze dell’amministrazione comunale sono concentrate per contrastare la diffusione del Covid19. In queste condizioni non siamo in grado di pubblicare un appalto di investimento e gestione pluriennale cosi importante e rilevante e pensare di garantire un’apertura estiva a giugno di fronte a questa emergenza. Quando tutto sarà passato capiremo come andare avanti, i possibili investitori e ci sarà il tempo anche delle critiche. Fanno parte del ruolo ed aiutano a migliorare. Ora però è il momento dell’unità per condividere tutti insieme un momento drammatico. È una questione di priorità.

 

Ad ogni modo non mi sottraggo alle critiche dagli ex collaboratori UISP della Piscina Comunale, di chi giustamente sperava in una rapida riapertura che capiamo e comprendiamo. Come Amministrazione Comunale siamo e saremo sempre disponibili al confronto nella piena trasparenza come abbiamo fatto in tutti questi mesi dove abbiamo avuto sempre un confronto diretto con tutti. Nessuna presa in giro e nessun colpo basso. La piscina riaprirà appena ci saranno le condizioni, è un impegno preso che porteremo fino in fondo.

 

Aggiungo che cercheremo di garantire ai ragazzi adeguati spazi presso piscina Intercomunale con servizi e modalità che cercheremo di definire con gli altri Comuni appena ce ne sarà la possibilità.

 

Federico Grossi

Assessore allo Sport

 

 

Gentile Assessore,

 

ASD Aquateam Nuoto Cuoio non è la Uisp e non è collaboratore, o ex-collaboratore della UISP e/o della gestione della Piscina Comunale.

Siamo ASD Aquateam Nuoto Cuoio, UTENTI della Piscina Comunale e associati alla UISP così come tante altre società sportive e come tanti altri utenti.

 

Lei risponde con un messaggio al nostro Presidente legato ad un post sulla nostra pagina Facebook.

Onestamente, non possiamo e non vogliamo entrare nel merito ai problemi e alle dinamiche fra Uisp e Comune di Castelfranco di Sotto.

Non ne abbiamo nemmeno gli elementi e qualora li avessimo, non ci sembrerebbe nemmeno giusto e corretto entrare nel merito di tutto quanto Lei ci scrive.

Non è affar nostro.

Cosa, chi, quanto sia a carico di uno o dell'altro non è di nostra competenza e non è o sarà nostra preoccupazione.

Possiamo ascoltare entrambe le fonti (Uisp e Comune) se ritenete di raccontarcele, possiamo avere una nostra opinione..ma non è questo il punto.

Questo non ci riguarda direttamente.

Purtroppo però, c'è un problema che ci riguarda e ci ha riguardato più e più volte indirettamente.

 

Sono ormai alcuni anni che ad ogni cambio di stagione non siamo mai stati sicuri della riapertura dell'impianto a causa di costi alti, manutenzioni straordinarie ecc ecc,

E il suo messaggio ce lo conferma.

 

Ci siamo trovati la piscina chiusa per due volte, a Settembre, a inizio di stagione, pronti a ripartire con affiliazioni pagate e programmazione fatta. SENZA NESSUN PREAVVISO.

Ripetiamo: non solo quest'anno, già anche altre volte!

Quindi, il problema non è la concomitanza con questa emergenza del Coronavirus...

Per inciso: eviterei di prendere in prestito argomenti così importanti e seri a supporto delle sue motivazioni e per mettere una pezza a problemi che vengono da ben più lontano..

Si, crediamo tutti che sia stato un accostamento veramente infelice.

 

Poi parla di unità in questo periodo.

Di nuovo è scontata e non minimamente discutibile l'unità che dobbiamo avere in questa emergenza,

ma la vogliamo davvero accostare ad un discorso che riguarda la piscina?

Ma a parlare di unità noi siamo sempre stati disponibili e in prima linea.

 

Ma a Settembre 2019, quando ci siamo trovati fuori dalla piscina senza nessun preavviso (NON entriamo nel merito se responsabilità Uisp o Comune, non ci riguarda), il Comune, Lei, Assessore, avete mosso un dito per darci una mano a contattare altri Comuni o altre strutture per "proteggere" una fascia di utenza così fragile come quella dei nostri ragazzi?

Lei, ha idea di cosa voglia dire togliere attività a persone con disabilità?

Lei, ha idea di cosa voglia dire spostare e riprogrammare un lavoro di alto livello, così come facciamo noi, con persone con disabilità?

Non una telefonata, non una mossa, nulla di nulla. Non si è fatto sentire nessuno.

Non era dovuto, certo, non l'abbiamo chiesto, ovvio... ma sa chi ci ha fatto pensare che avreste potuto avere un minimo di accortezza nei confronti della nostra Associazione?

Un Ex Sindaco.

Già, un Ex Sindaco, il quale saputa la situazione, ci ha onorato della sua vicinanza, comprensione e aiuto per quanto ha potuto.. pensi un po'..  e ci siamo fatti una domanda..

 

Vuole parlare anche di confronto?

Benissimo!

La vostra situazione Uisp / Comune è precaria da anni.

Tant'è vero che siamo stati personalmente in Comune a parlare con il Sindaco e l'Ex assessore allo sport in uno di quei tanti momenti in cui non sapevamo se la piscina c'era o non c'era.

Ci era stato detto di stare estremamente tranquilli.

Infatti, alla prima occasione, piscina chiusa.

Se è questo il confronto..a che serve?

Sa, Assessore, quanti ragazzi sono rimasti fuori dai nostri corsi dopo la prima chiusura "a sorpresa"? 22! 22!!

Ebbene sì, 22 persone disabili senza spazio disponibile e senza attività importanti per la loro salute, benessere e aggregazione..

Perché da soli, su due piedi non si spostano più di 50 atleti.

Non crediamo che dobbiamo cercare noi gli articoli di propaganda pre-elettorale/post-elettorale ecc ecc .. li avrete in archivio immaginiamo...

 

Si, ribadiamo quanto ha scritto il Presidente su Facebook: promesse, articoli di giornale, dichiarazioni sulla riapertura...

Tutto quanto pubblico e tutto quanto si è dimostrato NON veritiero. Nei fatti e nella sostanza.

 

Abbiamo commentato l'articolo come ASD Aquateam Nuoto Cuoio.

Ci siamo trovati in difficoltà diverse volte.

Ripetiamo e ribadiamo, il Covid-19 non c'era due anni fa e tirare in ballo un argomento di questo genere in questo momento non è commentabile. Fosse solo anche per il rispetto di chi soffre a qualsiasi livello.

 

No Assessore, non ci avete avvertiti mai, non avete mai considerato la fragilità delle famiglie con le quali abbiamo l'onore di avere a che fare. Mai.

Noi NON abbiamo mai chiesto nulla di impossibile al Comune di Castelfranco di Sotto, o meglio, qualcosa si..

solo per parlare degli ultimi tempi, che magari la riguardano da più vicino:

 

- abbiamo chiesto il "Patrocinio" per il Corso di Cucina organizzato per i nostri ragazzi con l'Associazione di Iacopo Melio #Vorreiprendereiltreno. L'abbiamo chiesto più e più volte a mezzo Pec. Tutte recapitate. Nessuna risposta, nemmeno di cortesia o circostanza (per chi non sa cosa è il Patrocinio è una sorta di riconoscimento della validità sociale o altro di una qualche iniziativa. Per i comuni non comporta costi, impegni, nulla. Gli da solo visibilità e.. lustro)

 

- abbiamo chiesto il Patrocinio per il Campionato Regionale di Nuoto Paralimpico. (molte Pec) Non ci avete degnato di una sola risposta. Salvo poi essere presenti grazie, crediamo, alla gentile e intelligente intercessione di qualche altro assessore.. perché noi, non vi abbiamo mai sentiti e non ci avete mai risposto a nulla.

 

Ci ha fatto molto piacere la vostra presenza.

Secondo noi poteva essere finalmente un'apertura, una disponibilità. L'abbiamo presa come un grande segno positivo e con molto entusiasmo! Ci è piaciuto molto vedervi partecipi a questo evento di importanza regionale.

 

- abbiamo chiesto, a settembre 2019, uno spazio nella palestra comunale, o da altra parte che reputavate idoneo, A PAGAMENTO, per fare attività a secco, visto che gli spazi acqua recuperati in poco tempo erano pochi dopo la NON annunciata chiusura dell'impianto.

in un primo momento abbiamo avuto qualche orario e poi, al momento di definire e prenotare: niente, più nessuna risposta. Nemmeno di cortesia.

 

Ci facciamo una domanda semplice e forse un po' infantile:

ma cosa vi abbiamo fatto di così terribile da non essere nemmeno degni di risposte?

Ma non vogliamo una risposta. La preghiamo, la tenga per sé..

No Assessore, noi siamo ASD Aquateam Nuoto Cuoio, non siamo Uisp, ma siamo estremamente fieri di essere affiliati alla Uisp-Sport per Tutti, un'Associazione storica italiana con alti e nobili obbiettivi, che promuove sport a tutti i livelli con un senso di obliquità che molti dovrebbero imparare.

 

INFINE, MA NON MENO IMPORTANTE:

Sappiamo che il messaggio che lei ha scritto in privato al nostro Presidente è stato inviato anche a mezzo Messanger ad alcuni genitori dei nostri atleti.

Non capiamo il motivo, visto che ha tutti i canali per contattarci direttamente, ma, vede, noi non abbiamo nulla da nascondere e abbiamo sempre condiviso gioie e dolori con tutti i familiari con estrema schiettezza e trasparenza. Mettiamo quindi tutto in pubblico, il suo messaggio e la nostra risposta, in modo che anche gli altri, quelli di cui non aveva il contatto, possano essere messi al corrente.

E, comunque, caro Assessore, noi siamo A.S.D. Aquateam Nuoto Cuoio, non Acquanuoto Team. Siamo presenti nel Comune di Castelfranco di Sotto dal 2015, dovrebbe aver sentito parlare di noi...

 

Cordialmente

Tutto lo Staff ASD Aquateam Nuoto Cuoio

Associazione sportiva con sede a Castelfranco di Sotto, il Suo Comune.

 

 

 

 

 

 

 

Signori e Signore,
Annunciamo ufficialmente che Aquateam Nuoto Cuoio organizzerà i prossimi CAMPIONATI REGIONALI DI NUOTO PARALIMPICO 2020
Piscina Intercomunale di Fucecchio – Santa Croce sull’Arno 16 Febbraio 2020.

Ieri 09 Gennaio 2020 abbiamo presentato ufficialmente alle autorità locali il nostro evento.

Siamo estremamente soddisfatti dell’incontro avuto con tutti gli assessori allo Sport di tutti i comuni del Comprensorio del Cuoio.
Ringraziamo in primis il Comune di Fucecchio per averci ospitati nella Sala Consiliare ed il Sindaco che ha trovato il modo di venirci a salutare.

Abbiamo trovato interesse, attenzione, disponibilità e speriamo, da parte nostra, di aver trasmesso loro il nostro entusiasmo per questo evento e per lo sport praticato da disabili.

È un enorme piacere incontrare persone disponibili, ricettive e sensibili.

Il lavoro che ci aspetta da oggi al 16 Febbraio sarà molto meno faticoso conoscendo il vostro appoggio.

Grazie inoltre all'associazione La Calamita Onlus che ci supporta in questo importante impegno!

Grazie a voi:
Comune di Fucecchio
Comune di Santa Croce sull’Arno
Comune di Cerreto Guidi
Comune di Montopoli val d’Arno
Comune di San Miniato
Comune di Castelfranco, purtroppo assente per contrattempo, ma che contiamo di incontrare alla conferenza stampa prossima.

 

 

 

 

 

 

 

 

Da domani 21 luglio abbiamo la possibilità di rientrare in acqua con i nostri atleti FINP e FISDIR. Grazie alla società Aquatempra abbiamo la possibilità di avere degli spazi acqua presso la Piscina Intercomunale di Fucecchio-Santa Croce sull’Arno.

Naturalmente dall’entrata negli spogliatoi fino all’entrata in acqua, sarà fatto seguendo le norme e i protocolli vigenti anti-Covid.

Come società siamo molto contenti di poter rientrare in acqua dopo così tanto tempo.

Ci auguriamo di poter riprendere a pieno le nostre attività a settembre così da dare la possibilità a tutti i nostri atleti di poter riprendere l’attività in acqua in tutta sicurezza.

 

 

 

 Protocollo anti-contagio Covid-19 di A.S.D. AQUATEAM NUOTO CUOIO

 

Versione del 24 giugno 2020

 

 

Protocollo anti-contagio Covid-19 di  ASD AQUATEAM NUOTO CUOIO

Versione del 24 giugno 2020

 

Il presente Protocollo anti-contagio da Covid-19, redatto dall’ ASD AQUATEAM NUOTO CUOIO, è valido a partire dal 25 giugno 2020 fino alla cessazione dell’emergenza da diffusione del virus.

Il Protocollo è indirizzato ai soci, ai dirigenti, agli allenatori/istruttori e a tutti gli atleti della Società e viene portato a conoscenza di tutte le persone sopra elencate mediante:

a) invio di posta elettronica

b) invio sui gruppi ufficiali Whatsapp

c) affissione nella bacheca della sede della Società;

d) consegna a mano agli atleti in occasione del primo accesso all’impianto.

 

1. Accesso agli allenamenti.

Tutti gli atleti che accedono agli allenamenti dovranno riempire e firmare il modulo AUTODICHIARAZIONE ACCESSO ATLETI AGONISTI e consegnarla al proprio allenatore e/o dirigente, il quale provvederà a depositarla presso la sede sociale.

La sottoscrizione della Autodichiarazione è prevista solo al primo accesso. Qualora le Autodichiarazioni rilasciate subiscano delle modifiche nel corso del tempo, gli atleti sono obbligati a segnalare tale circostanza all’allenatore o al dirigente di riferimento e a sottoscriverne una nuova.

2. Norme di comportamento

Per quanto riguarda le norme di comportamento per l’accesso agli impianti e quindi spogliatoi e vasche gestiti da società terze (ad esempio Aquatempra) i soci, i dirigenti, gli allenatori/istruttori e tutti gli atleti sono tenuti a rispettare i Protocolli dei gestori stessi che saranno consegnati o comunque portati a conoscenza al momento del primo accesso.

Gli atleti sono comunque tenuti a seguire le norme impartite dall’allenatore e/o dal dirigente sul corretto comportamento da seguire prima di accedere all’impianto che dentro lo stesso.

3. Conservazione dei dati

I moduli di Autodichiarazione e i registri giornalieri delle presenze saranno conservati presso la sede della società secondo le modalità previste dalla normativa vigente.

 

ALLEGHIAMO IL PROTOCOLLO DELLA PISCINA

 

  Protocollo anti-contagio da Covid-19

 di Aquatempra S.S.D. a R.L.

 (versione 2.1 del 25-06-2020)

 

 

PREMESSA

Il presente Protocollo anti-contagio da Covid-19 (in seguito “Protocollo”) è valido a partire dal 14 giugno 2020 fino alla cessazione dell’emergenza da diffusione del virus per tutti gli impianti natatori gestiti da Aquatempra S.S.D. a R.L. (di seguito “Aquatempra” o “Società”).

Il presente Protocollo è indirizzato al personale, ai collaboratori ed i membri degli organi sociali di Aquatempra, agli utenti degli impianti natatori gestiti, ivi inclusi: i) fornitori di Aquatempra, ii) Associazioni sportive dilettantistiche; iii) tutte le persone che, a qualsiasi titolo, frequentano, anche occasionalmente, gli impianti natatori gestiti.

 

1. Adeguata informazione delle misure di sicurezza adottate

Il presente Protocollo anti-contagio da Covid-19 viene portato a conoscenza di tutto il personale e di tutti gli utenti mediante:

a) pubblicazione sul sito web di Aquatempra (www.aquatempra.it);

b) pubblicazione sulle pagine Facebook di Aquatempra;

c) invio mediante messaggio di posta elettronica a tutto il personale e collaboratori di Aquatempra;

d) affissione nella bacheca del personale;

e) consegna a mano agli utenti in occasione del primo accesso all’impianto.

Il presente Protocollo deve essere sottoscritto per accettazione e presa visione da ogni utente di Aquatempra al momento del primo accesso ad uno degli impianti gestiti.

Le principali disposizioni del presente Protocollo sono sinteticamente riportate in apposita segnaletica verticale all’ingresso e nei locali comuni degli impianti gestiti e comunicate periodicamente mediante messaggi audio registrati attraverso il sistema audio presente in ciascun impianto.

 

2. Utilizzo della mascherina protettiva

Tutte le persone che intendono accedere, a qualsiasi titolo, agli impianti gestiti da Aquatempra devono obbligatoriamente indossare la mascherina protettiva per la copertura di naso e bocca.

La mascherina protettiva deve essere obbligatoriamente indossata in tutti gli spazi comuni chiusi (ingresso, spogliatori, servizi igienici, ecc.) e potrà essere rimossa solo per effettuare la doccia.

All’aperto l’uso della mascherina è obbligatorio solo qualora non si riesca a garantire la distanza minima di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

L’uso della mascherina in acqua è vietato, in quanto potrebbe pregiudicare la sicurezza della balneazione.

 

3. Igienizzazione delle mani

Tutte le persone che intendono accedere, a qualsiasi titolo, agli impianti gestiti da Aquatempra devono obbligatoriamente igienizzare le proprie mani all’ingresso, mediante l’utilizzo dei prodotti appositamente messi a disposizione (soluzioni idroalcoliche).

Tali prodotti, oltre che all’ingresso dell’impianto, sono presenti anche in altri punti come, per esempio, all’uscita degli spogliatori.

Gli utenti e il personale di Aquatempra sono tenuti a igienizzare frequentemente le proprie mani durante tutto il periodo di permanenza presso l’impianto.

 

4. Rilevazione della temperatura corporea degli utenti

Al momento dell’accesso all’impianto un addetto di Aquatempra rileva la temperatura corporea di tutte le persone che intendono accedere all’impianto, mediante l’utilizzo di un termometro laser.

La rilevazione della temperatura corporea è obbligatoria e coloro che non intendono sottoporsi alla rilevazione non possono accedere all’impianto.

 

5. Modalità di accesso agli impianti e divieti

Gli utenti possono accedere all’ingresso dell’impianto uno alla volta e solo previa autorizzazione del personale addetto di Aquatempra. I membri di una stessa famiglia e i congiunti potranno accedere all’impianto contemporaneamente, sempre previa autorizzazione del personale addetto.

Gli utenti in attesa di accedere all’impianto devono attendere il proprio turno formando una fila regolare e mantenendo la distanza interpersonale di almeno un metro. Il mantenimento della distanza interpersonale è agevolato dalla presenza sul terreno di alcuni riferimenti grafici.

Le persone di età anagrafica pari o superiore a 70 anni possono accedere all’impianto in via prioritaria rispetto a tutte le altre, mostrando il proprio documento d’identità al personale addetto.

L’accesso agli impianti gestiti da Aquatempra è interdetto a tutti coloro che:

a) presentano una temperatura corporea superiore a 37,5°;

b) presentano sintomi di infezione respiratoria;

c) hanno avuto rapporti negli ultimi 14 giorni con persone che sono risultate contagiate dal virus Covid-19;

d) sono sottoposti a misure di quarantena preventiva;

e) dichiarano di non essere a conoscenza delle misure vigenti per il contenimento del contagio da Covid-19.

 

6. Accesso agli impianti mediante prenotazione

Gli utenti hanno la possibilità di prenotare telefonicamente l’accesso all’impianto o direttamente alla cassa dell’impianto, riservando anche il settore e numero della postazione, nonché il noleggio di attrezzature quali ombrelloni, sedia a sdraio e lettini, se disponibili.

La prenotazione telefonica avviene contattando il centralino dell’impianto prescelto e può essere effettuata con un anticipo massimo di sette giorni; ogni utente può riservare solo una postazione singola, doppia o per la propria famiglia, nei limiti della disponibilità esistente. Per la prenotazione effettuata di persona presso la cassa valgono le stesse regole.

L’utente in possesso di prenotazione deve arrivare alla cassa dell’impianto entro il termine massimo di 1 ora e mezza dall’inizio dell’orario di balneazione. Per gli utenti prenotati per il nuoto libero il termine massimo è di un quarto d’ora. Decorsi tali termini la prenotazione cessa di avere efficacia e la postazione prenotata, così come le eventuali attrezzature richieste, possono essere assegnate ad altri utenti non in possesso di prenotazione. Per il nuoto libero, decorso il termine previsto, il posto può essere utilizzato da altro utente.

Gli utenti in possesso di prenotazione impossibilitati a raggiungere l’impianto sono tenuti ad annullare telefonicamente la prenotazione effettuata.

Gli utenti in possesso di prenotazione hanno priorità di accesso all’impianto rispetto agli utenti che ne sono sprovvisti. A tal fine, gli utenti in possesso di prenotazione, su indicazione del personale addetto di Aquatempra, formano una fila separata rispetto agli utenti che ne sono sprovvisti, e accedono all’impianto in via prioritaria, sempre previa autorizzazione del personale addetto. In caso di compresenza della fila dei prenotati e della fila dei non prenotati, questi ultimi accedono all’impianto ogni due prenotati.

 

7. Identificazione degli utenti al momento dell’accesso all’impianto

Per accedere agli impianti è obbligatorio esibire al personale addetto un valido documento d’identità. L’esibizione del documento è obbligatoria anche per i minori non accompagnati di età compresa da 14 a 18 anni. Gli utenti di età inferiore a 14 anni possono accedere agli impianti solo se accompagnati da una persona maggiorenne. Coloro che sono sprovvisti di valido documento d’identità o che si rifiutano di esibirlo al personale addetto non possono accedere agli impianti.

In occasione del primo accesso ad uno degli impianti, gli utenti devono anche:

a) rilasciare il proprio consenso scritto al trattamento dei propri dati personali;

b) sottoscrivere delle apposite dichiarazione anti-contagio ed accettare il presente Protocollo;

c) fornire il proprio recapito telefonico;

d) pagare la tariffa prevista per la tipologia di servizio richiesto.

I dati di ciascun utente sono inseriti dall’addetto alla cassa nel sistema gestionale di Aquatempra, in modo da consentire il tracciamento di tutti gli accessi agli impianti che saranno effettuati a partire dal 14/06/2020. L’addetto alla cassa avrà cura di abbinare il nominativo di ciascun utente al numero della relativa postazione assegnata.

La sottoscrizione delle dichiarazioni anti-contagio è prevista solo al primo accesso. Qualora le dichiarazioni rilasciate subiscano delle modifiche nel corso del tempo, gli utenti sono obbligati a segnalare tale circostanza al personale addetto di Aquatempra e a sottoscrivere una nuova dichiarazione anti-contagio con le informazioni aggiornate.

I consensi al trattamento dei dati personali, le dichiarazioni anti-contagio e le accettazioni del presente Protocollo sono archiviate in forma cartacea da Aquatempra in ordine alfabetico per cognome utente, in modo da consentirne il rapido riscontro in caso di necessità.

E’ fortemente consigliato l’utilizzo da parte degli utenti di strumenti di pagamento elettronico (bancomat e carte di credito).

 

8. Attività di sanificazione e igienizzazione

Aquatempra effettua la sanificazione completa di tutti i locali una volta al giorno (durante l’orario di chiusura degli impianti) e il personale addetto effettua l’igienizzazione continua delle docce, dei servizi igienici e di tutti gli arredi presenti nei locali spogliatoi.

I locali utilizzati dal personale di Aquatempra devono esse sanificati con prodotti specifici almeno una volta al giorno, con particolare riferimento agli oggetti e agli spazi maggiormente utilizzati.

L’utilizzo delle attrezzature per la balneazione, per il nuoto libero, per i corsi e per gli allenamenti, se effettivamente utilizzate dagli utenti, devono essere disinfettate dal personale di Aquatempra ad ogni cambio di persona o di nucleo familiare. A fine giornata tutte le attrezzature devono essere sanificate. Gli utenti sono tenuti ad evitare di utilizzare promiscuamente le attrezzature, fatta eccezione per i congiunti e i membri di una stessa famiglia. Il personale che effettua le operazioni di igienizzazione deve annotare su apposito registro la procedura effettuata, indicando nome e cognome dell’operatore, luogo e ora dell’operazione di igienizzazione, sottoscrivendo quanto annotato.

Il Responsabile tecnico di Aquatempra tiene un registro informatico di tutte le attività di sanificazione programmate ed effettuate.

 

9. Utilizzo negli spogliatoi, delle docce e dei servizi igienici

L’accesso e l’utilizzo degli spogliatori deve avvenire con modalità tali da non creare ingorghi e assembramenti di alcun tipo; per tale motivo, i percorsi interni sono stati appositamente modificati e alcune docce, servizi igienici e asciugacapelli sono stati disabilitati, in modo da consentire comunque il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro.

Tutti gli utenti sono tenuti a:

a) rispettare scrupolosamente le indicazioni riportate sull’apposita segnaletica verticale ed orizzontale presente negli spogliatoi;

b) fare tutto il possibile per mantenere comunque la distanza interpersonale di almeno un metro;

c) riporre i propri effetti personali nell’apposita busta di plastica ricevuta al momento dell’ingresso all’impianto;

d) riporre negli appositi armadietti i propri effetti personali solo se contenuti nell’apposita busta di plastica;

e) evitare di lasciare i propri effetti personali sulle panchine, sugli attaccapanni, ecc.

f) evitare, durante l’utilizzo delle docce, che i propri accappatoi e asciugamenti entrino in contatto con quelli di altri utenti;

g) seguire scrupolosamente tutte le indicazioni che verranno date dal personale di Aquatempra.

L’accesso ai locali spogliatoi, come di consueto, non è consentito con le scarpe ai piedi; pertanto, gli utenti dovranno toglierle e indossare apposite ciabatte da piscina prima di accedere a tali locali.

Nonostante le attività di sanificazione ed igienizzazione, l’utilizzo degli spogliatoi e delle docce resta fortemente sconsigliato, in quanto si tratta comunque di locali chiusi e tendenzialmente umidi che favoriscono la diffusione del virus Covid-19. Pertanto, ove possibile, gli utenti sono invitati ad arrivare in piscina con indosso il proprio costume ed a utilizzare gli spogliatori solo qualora ciò non sia possibile e solo per il tempo strettamente necessario.

 

10. Accesso e utilizzo delle aree scoperte (prati)

Tutte le aree scoperte (prati) sono state suddivise in “settori” e in ogni settore sono state create delle “postazioni numerate” e dei “percorsi pedonali” a senso unico, appositamente segnalati e di dimensioni idonee al mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro.

Al momento dell’accesso all’impianto, ad ogni utente viene assegnata una propria postazione ad uso esclusivo e consegnato un braccialetto colorato. Il colore del braccialetto identifica il settore in cui è situata la postazione assegnata.

Le postazioni possono essere ad uso singolo, ad uso doppio o per famiglie, essere prive di arredi, oppure essere dotate di sedie a sdraio, lettini, ombrelloni, ecc..

Al momento dell’accesso all’impianto il personale della cassa, a seconda delle esigenze, assegna la tipologia di postazione necessaria per l’utente e gli eventuali arredi dallo stesso richiesti. Gli utenti hanno la possibilità di scegliere la propria postazione fra quelle ancora disponibili. In linea di principio, le postazioni assegnate non possono essere cambiate o scambiate fra gli utenti. In casi eccezionali, qualora si renda necessario, il cambio o lo scambio della postazione deve avvenire solo con l’autorizzazione del personale di Aquatempra addetto alla cassa, stante gli obblighi di registrazione e tracciamento imposti dalle linee guida anti-contagio vigenti.

Gli utenti sono tenuti ad utilizzare esclusivamente la propria postazione e a mantenere in ogni caso la distanza interpersonale di almeno un metro.

Non è consentito in alcun modo effettuare assembramenti di persone; il personale di Aquatempra è tenuto a vigilare in modo continuativo il rispetto di tale divieto e il corretto uso delle postazioni e dei percorsi pedonali.

 

11. Utilizzo del piano vasca

Il piano vasca deve essere lasciato libero da persone e cose; pertanto, gli utenti potranno utilizzarlo solo per raggiungere le vasche.

 

12. Doccia saponata e altre norme igieniche

Prima dell’ingresso in acqua ogni utente deve effettuare una doccia saponata utilizzando le attrezzature presenti nei varchi di accesso al piano vasca. Come in precedenza, l’uso della cuffia è obbligatorio ed è vietato sputare, soffiarsi il naso, urinare e defecare in acqua (così come in tutti gli altri ambienti e locali dell’impianto non adibiti a servizi igienici). I bambini molto piccoli devono utilizzare pannolini contenitivi.

 

13. Accesso e utilizzo delle vasche per la balneazione

A causa della necessità di mantenere anche in acqua la distanza minima interpersonale prevista dalle linee guida anti-contagio, l’accesso degli utenti alle vasche è regimentato.

In linea di principio, ogni utente può accedere alle vasche presenti nell’impianto per 20 minuti continuativi ogni ora. L’ingresso in vasca avverrà per “settore” di appartenenza, previa autorizzazione degli assistenti bagnanti presenti sul piano vasca, che comunicheranno con segnale sonoro l’inizio e la fine di ciascun turno.

Ogni assistente bagnate può disporre il blocco momentaneo degli accessi in vasca per prevenire la formazione di assembramenti.

A seconda della numerosità delle persone presenti, il coordinatore dell’impianto potrà, sotto la propria responsabilità, incrementare o ridurre il numero dei minuti di balneazione di ciascun settore; in ogni caso, deve essere sempre garantito il rispetto della capienza massima consentita per ciascuna vasca.

Tutti gli utenti sono obbligati a mantenere in vasca la distanza minima interpersonale di almeno un metro.

 

14. Accesso e utilizzo delle vasche per attività di nuoto libero

A causa della necessità di mantenere anche in acqua la distanza minima interpersonale prevista dalle linee guida anti-contagio, l’accesso degli utenti intenzionati ad effettuare nuoto libero in corsia è consentito con le seguenti limitazioni:

a) corsie da 50 metri: massimo n. 8 utenti per corsia;

b) corsie da 25 metri: massimo n. 4 utenti per corsia.

Tutti gli utenti del nuoto libero sono obbligati a mantenere in vasca la distanza minima interpersonale di almeno un metro, evitando di fermarsi al bordo quando, in prossimità di questo, sono già presenti due persone. In tali casi, per effettuare il riposo è consentito fermarsi negli appositi slot creati lungo le corsie, in prossimità del bordo, prestando attenzione alle persone che stanno nuotando.

 

15. Accesso e utilizzo delle vasche per i corsi

A causa della necessità di mantenere anche in acqua la distanza minima interpersonale prevista dalle linee guida anti-contagio, l’accesso alle vasche degli allievi dei corsi è consentito con le seguenti limitazioni:

a) corsie da 50 metri: massimo n. 8 allievi per corsia;

b) corsie da 25 metri: massimo n. 6 allievi per corsia.

c) corsi fitness: 7 mq. per utente, garantendo almeno 2 m. di distanza tra un utente e l’altro.

Fermo l’obbligo di rispettare quanto sopra, sarà cura dell’istruttore adottare modalità operative che garantiscano il mantenimento della distanza minima interpersonale di almeno un metro fra gli allievi, fra cui quella di evitare la fermata al bordo quando, in prossimità di questo, sono già presenti due allievi.

Sono soppressi tutti i corsi che prevedono un contatto fra l’istruttore e l’allievo e fra gli allievi.

 

16. Accesso e utilizzo delle vasche per attività di nuoto agonistico

A causa della necessità di mantenere anche in acqua la distanza minima interpersonale prevista dalle linee guida anti-contagio, l’accesso alle vasche degli atleti è consentito con le seguenti limitazioni:

a) corsie da 50 metri: massimo n. 8 utenti per corsia;

b) corsie da 25 metri: massimo n. 6 utenti per corsia.

Fermo l’obbligo di rispettare quanto sopra, sarà cura dell’allenatore adottare modalità operative che garantiscano il mantenimento della distanza minima interpersonale di almeno due metri fra gli atleti, fra cui quella di evitare la fermata al bordo quando, in prossimità di questo, sono già presenti due atleti.

 

17. Trattamento dell’acqua delle vasche

In presenza di utenti il cloro attivo libero presente in acqua deve essere compreso fra 1 e 1,5 mg/l, quello del cloro combinato <= 0,40 mg/l, mentre il PH dell’acqua deve essere compreso fra 6,5 e 7,5. Tali parametri devono essere controllati dal personale di Aquatempra con frequenza pari o inferiore a 2 ore. Qualora i valori rilevati si avvicinino ai limiti di cui sopra, devono essere immediatamente adottate le iniziative necessarie a prevenire lo sforamento. Qualora dal rilevamento emerga lo sforamento dei suddetti valori, devono essere adottate immediatamente tutte le iniziative necessarie per riportate i valori entro tali parametri.

 

18. Analisi chimica a microbiologica dell’acqua delle vasche

Prima dell’apertura delle vasche all’utilizzo da parte degli utenti deve essere confermata l’idoneità dell’acqua alla balneazione attraverso l’effettuazione di analisi di tipo chimico e microbiologico dei parametri di cui alla tabella A dell’allegato 1 dell’accordo Stato Regione e PP.AA. del 16/01/2003, effettuate da apposito laboratorio. Le analisi di laboratorio devono essere ripetute a cadenza mensile, salvo necessità sopraggiunte che possono rendere necessaria una maggiore frequenza.

 

19. Percorsi divisi per l’entrata e l’uscita dagli impianti

Sono presenti presso gli impianti differenti percorsi di entrata e di uscita dagli impianti stessi e dagli spogliatoi, così come sono presenti percorsi pedonali a senso unico per il raggiungimento delle aree a verde, delle postazioni e delle vasche. Tutti gli utenti sono tenuti a seguire i percorsi nel senso indicato dall’apposita segnaletica orizzontale e verticale, mantenendo sempre la distanza interpersonale minima di almeno un metro.

 

20. Sorveglianza dei minorenni

Gli adulti che accompagnano minorenni sono tenuti ad esercitare nei loro confronti una vigilanza continua, al fine di assicurare il rispetto di tutte le previsioni contenute nel presente documento.

Per i minorenni di età compresa fra 14 e 18 anni non accompagnati da adulti la sorveglianza è effettuata dal personale di Aquatempra in servizio presso l’impianto.

 

21. Divieto di manifestazioni, eventi, feste e intrattenimenti

E’ vietato effettuare presso gli impianti gestiti da Aquatempra manifestazioni, eventi, feste, attività di intrattenimento di qualsiasi tipo.

 

22. Divieto di accesso alle tribune

E’ vietato a chiunque di accedere alle tribune presenti presso gli impianti, fatta eccezione per il personale addetto alla manutenzione.

 

23. Impianti di areazione

Gli impianti di areazione, se in funzione, devono essere sanificati almeno a cadenza mensile. In caso di funzionamento è esclusa la modalità di ricircolo anche parziale.

 

24. Associazioni sportive dilettantistiche

Le Associazioni sportive dilettantistiche che, a vario titolo, frequentano gli impianti natatori gestiti da Aquatempra sono obbligate a rispettare e a far rispettare al proprio personale e ai propri iscritti tutte le disposizioni previste nel presente Protocollo. Tali associazioni sono altresì obbligate a rilevare la temperatura corporea del proprio personale e dei propri iscritti che accedono agli impianti gestiti da Aquatempra, ad acquisire le dichiarazioni anti-contagio, nonché ad acquisire e conservare i dati relativi agli accessi agli impianti secondo le modalità previste dalla normativa vigente.

 

25. Personale e collaboratori di Aquatempra

Il personale e i collaboratori di Aquatempra, oltre alle disposizioni precedenti, devono osservare le seguenti indicazioni:

a) per il raggiungimento della sede di lavoro, qualora non fosse possibile spostarsi con mezzi individuali, è necessario mantenere la distanza interpersonale sui mezzi pubblici e usare obbligatoriamente la mascherina protettiva di naso e bocca. Inoltre, è necessario lavarsi accuratamente le mani con acqua e sapone o con le specifiche soluzioni idroalcoliche e dopo l’uso del mezzo pubblico e, comunque, al momento dell’ingresso nell’impianto;

b) durante l’attività lavorativa, in spazi chiusi o all’aperto, è necessario mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro e lavarsi frequentemente e accuratamente le mani con acqua e sapone o gli con specifici prodotti messi a disposizione di Aquatempra (soluzioni idroalcoliche);

c) è assolutamente vietato recarsi sul posto di lavoro in presenza di febbre o altri sintomi influenzali; all’inizio del turno di lavoro è obbligatorio misurare la temperatura corporea e, qualora questa sia superiore a 37,5° C, è obbligatorio avvertire il coordinatore dell’impianto, tornare immediatamente presso la propria abitazione e contattare il proprio medico curante;

d) durante l’attività lavorativa in spazi chiusi con presenza di più persone, è obbligatorio l’uso della mascherina protettiva di naso e bocca;

e) durante l’attività lavorativa in spazi aperti, quando, in presenza di più persone, non è comunque garantito il mantenimento della distanza interpersonale minima di un metro, è obbligatorio l’uso della mascherina protettiva di naso e bocca.

I cassieri e tutti gli addetti al ricevimento degli utenti sono obbligati ad indossare la mascherina chirurgica per la copertura di naso e bocca, messa a disposizione da Aquatempra. L’utilizzo dei guanti protettivi è a discrezione di ciascuno, ma è comunque necessario igienizzare frequentemente le mani ed evitare di toccarsi il viso con le mani durante il servizio.

Il Responsabile d’impianto ha il compito di controllare, secondo le modalità ritenute più idonee, il rispetto delle indicazioni di cui sopra e di riferire senza indugio al Responsabile tecnico circa le eventuali criticità rilevate.

 

26. Sanzioni

È fatto obbligo a tutti gli utenti e al personale di Aquatempra di rispettare le disposizioni contenute nel presente Protocollo anti-contagio. La violazione di una qualsiasi delle previsioni contenute nel presente Protocollo comporta il richiamo verbale da parte del personale di Aquatempra in servizio presso l’impianto. In caso di recidiva è previsto l’allontanamento dall’impianto della persona che ha commesso la violazione e la segnalazione della stessa alle competenti autorità di Pubblica Sicurezza.

Nel caso in cui la violazione sia commessa da un dipendente o collaboratore di Aquatempra, il richiamo verbale viene effettuato dal coordinatore d’impianto. In caso di recidiva può essere avviato nei confronti del dipendente o collaboratore specifico procedimento di contestazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 16 Febbraio 2020 è stata una giornata importante per noi Aquateam Nuoto Cuoio.

Abbiamo avuto il piacere e l’onore di organizzare il 9^ Campionato Toscano di Nuoto Paralimpico Finp e Fisdir.

La tensione pre-evento era tanta ma la riuscita è stata perfetta.

Oggi, a distanza di due giorni, riusciamo meglio a renderci conto!

Ringraziamo tutte le società e gli atleti iscritti e, a questo punto, permetteteci un plauso particolare per i nostri atleti.

 

Abbiamo avuto 5 debutti in acqua che fanno ben sperare!

Ecco i nomi: Cenci Sara, Dainelli Lorenzo, Dal Zovo Alice, Gueye Ousseynou, Syll Modou.

 

Abbiamo avuto importanti miglioramenti nei tempi di OGNI ATLETA.

In particolare ricordiamo Giulio Bachi che pur non avendo ottenuto medaglie ha abbassato i suoi tempi di molti secondi, preparandosi così per il prossimo nazionale al quale è già convocato.

 

Portiamo a casa un medagliere di tutto rispetto:

Alfei Martina  ORO nei 100 stile libero – ARGENTO nei 50 stile libero

Brucini Marco  BRONZO nei 25 stile libero – ARGENTO nei 50 dorso

Campigli Giulia  ORO 25 metri rana – ORO 25 stile libero – ARGENTO 25 dorso

Cannatella Matteo  ORO 25 dorso – ORO 50 dorso

Cerri Alessandra  ORO 25 delfino – ARGENTO 50 dorso

Dal Zovo Alice  BRONZO 25 stile libero – ORO 25 dorso – ORO 50 dorso

Fadda Federico  ARGENTO 25 stile libero – ARGENTO 25 dorso

Gueye Ousseinou  ARGENTO 50 stile libero

Marchiori Simone  ARGENTO 50 rana – ORO 50 dorso

Micheli Emiliano  ORO 50 rana – BRONZO 50 dorso – ARGENTO 50 stile libero

Pancelli Gabriele  ORO 100 stile libero

Sacco Kevin  BRONZO 25 dorso – ARGENTO 50 stile libero

Turini Giovanni  ARGENTO 50 rana – ORO 50 dorso

Vannucci Lorenzo  ORO 50 rana – ARGENTO 50 dorso – BRONZO 50 stile libero

 

E Gemignani Stefania, che oltre ai suoi due ORI 50 dorso e 50 stile libero, realizza il suo tempo migliore nello stile libero aggiudicandosi il pass per le gare nazionali di questa stagione!!

Una gran soddisfazione per la nostra società arrivata dopo anni di tenace preparazione. Complimenti Stefania, da tutto lo staff e da tutti gli atleti!!

Ancora una volta, e non ci stancheremo mai, ringraziamo:

i sei comuni presenti anche a bordo vasca a premiare gli atleti, Comune di Fucecchio e S. Croce s/Arno proprietari dell’impianto e poi Cerreto Guidi, San Miniato, Montopoli v/a, Castelfraco di Sotto, la Coop sezione soci di Fucecchio che ha gentilmente offerto l’acqua da bere a tutti durante l’evento, la Pubblica Assistenza di Castelfranco di Sotto che ci ha assistito con la propria ambulanza, il medico Dott. Scaduto presente in vasca, il CIO, il CIP, l’Aquatempra con tutto il suo personale che ci ha supportato, l’associazione La Calamita di Fucecchio impagabili con il loro supporto logistico.

Ringraziamo inoltre per la fiducia che hanno riposto in noi la FINP con il suo delegato regionale Antonio Venturi e la FISDIR con il suo delegato regionale Alessio Focardi.

 

Un abbraccio affettuoso va alle famiglie di Alessandro Carli e di Mirko Volpini che ci hanno onorato della loro presenza a bordo vasca.

 

 

 

 

 

ASD Aquateam augura Buone Feste:

 

A tutti i suoi Atleti e alle loro Famiglie;

 

Ai nostri istruttori;

 

A tutto lo Staff della Cucina e al Circolo XXIII Agosto di Stabbia;

 

A tutti i nostri Sostenitori;

 

Alla UISP del Comprensorio del Cuoio per esserci e sostenerci;

 

Alle piscine Club Movida e Piscina Interc. S. Croce-Fucecchio per la loro ospitalità e professionalità;

 

 

 

Sereno Natale e Buon Anno a Tutti!

 

All'interno della rivista semestrale "Tochabile" (di cui vedete la copertina) c'è un articolo che parla dei IX Campionati Regionali di Nuoto FINP e FISDIR organizzati dalla nostra società, i quali si sono svolti lo scorso 16 febbraio.

Siamo immensamente onorati di questo articolo e ci teniamo a ringraziare la Redazione della rivista che ci ha fatto rivivere il ricordo della manifestazione, grazie!

Tribune piene, record italiani battuti e tanto tifo per gli oltre 70 atleti scesi in acqua oggi (16 febbraio) per la nona edizione dei campionati regionali di nuoto paralimpico organizzati dalle federazioni Finp e Fisdir.

Alla piscina intercomunale di Fucecchio e Santa Croce sull’Arno poco dopo le 18, in perfetto orario sulla tabella di marcia, anche un momento commuovente durante la staffetta commemorativa per l’operatore Alessandro Carli e l’atleta Mirlo Volpini, recentemente scomparsi.

Le batterie sono state 29, quindi ci sono state una novantina di premiazioni (con una medaglia al fair play dedicata a un ragazzo che si è rifiutato di gareggiare perché il suo compagno di squadra non ha potuto nuotare oggi).

“È una soddisfazione per noi ospitare i campionati regionali di nuoto paralimpico, nella piscina intercomunale –  commenta il sindaco di Santa Croce Giulia Deidda – Una piscina che unisce due città, più comunità e che ha fatto da cornice a questa splendida giornata di sport. Grazie a tutte le squadre, ai tecnici e agli atleti. Ssono questi i momenti in cui capisco il vero senso delle istituzioni e il mettersi a disposizione di queste realtà”.

“Siamo onorati di avere come ospiti la Finp e la Fisdir nell’impianto, significa che è ben strutturato e adeguato anche a questi tipi di campionato – commenta Alessio Spinelli, sindaco di Fucecchio – Mi piace pensare che lo sport possa abbattere tutte le barriere, quelle culturali, sociali e fisiche, come in questo caso. Prendiamo spunto da una giornata come quella appena trascorsa e investiamo nello sport”.

Fonte @ilcuoioindiretta

 

Sabato 14 dicembre c'è stata l'attesa Cena degli Auguri a conclusione del 1° Corso di Cucina "Aquateam Special Chef".

 

La cucina già fremeva nel pomeriggio, fornelli accesi e preparazione delle varie tavole. I nostri Special Chef hanno accolto gli invitati come dei veri padroni di casa, hanno servito loro le pietanze preparate nelle cinque serate del corso. Tutti gli ospiti hanno gradito sia il servizio a tavola che i vari piatti serviti e non hanno mancato di fare i complimenti ai nostri cuochi. Durante la cena sono stati fatti vedere dei filmati dove in uno si raccontava come sia nato il Movimento Special Olympics, in un altro le varie fasi del 1° Corso di Cucina e l'ultimo un resoconto della stagione sportiva 2019/2020 appena iniziata.

 

Ai nostri ragazzi era stato chiesto di fare un disegno da regalare ai comuni che ci hanno gentilmente concesso il patrocinio per questo 1° Corso di Cucina, piccolo omaggio fatto ai Comuni di Montopoli V/Arno, Cerreto Guidi e San Miniato. Alla cena era presente: Maria Angela Castagnoli (con varie deleghe tra cui Politiche Sociali) del Comune di Cerreto Guidi la quale ha ringraziato dell'invito e del regalo fatto dai nostri ragazzi; il Vice Sindaco del Comune di Castelfranco di Sotto Federico Grossi (con varie deleghe tra cui lo Sport) il quale ci ha portato il saluto del Sindaco e ha ringraziato per il gentile invito a cena.

 

Poi c'è stato l'intervento del nostro atleta Marchiori Simone che ha letto il giuramento Special Olympics "Che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze" e poi ha fatto una dedica a tutta la squadra, dedica scritta di suo pugno: "Aquateam Nuoto Cuoio non è solo una squadra di nuoto ma è anche un gruppo grande di amici che si vogliono bene e che partecipano alle gare e danno tutto il meglio di loro e divertendosi. Io vorrei dalla squadra che, nel tempo, rimanessimo sempre uniti come ora. Forza Aquateam Nuoto Cuoio!". Una dedica davvero significativa per noi.

 

La cena è proseguita tranquillamente fino all'arrivo di un ospite molto speciale: Babbo Natale. E' arrivato con un carico di regali sia per i nostri atleti che per altri bambini che erano presenti alla cena.

 

Vogliamo ringraziare tutti quelli che erano presenti alla cena per aver condiviso con tutti noi la gioia di questi ragazzi ma, soprattutto, la loro bravura nella preparazione dei piatti e nel servizio a tavola. Ringraziamo soprattutto Iacopo Melio per la sua preziosa collaborazione con la sua associazione ONLUS #vorreiprendereiltreno che ci ha permesso di realizzare questo 1° Corso di Cucina "Aquateam Specila Chef".

 

Grazie ancora a tutti e......Auguri!!!!!!!!!!!







 

 

 

Buonasera a tutti,

poche righe per informarvi sulla situazione delle varie piscine.

Al momento le piscine stanno preparando l'apertura pensando al nuoto libero ma individuale.

Le restrizioni e le regole sono tante.

Finora non si sono espresse per i corsi o affitti di corsie per allenamenti per squadre, è ovvio che sono situazioni ancora più complicate da gestire.

Probabilmente le cose saranno un pochino più semplici per le piscine esterne ma, oltre a dover gestire il nuoto libero, avranno da fare i conti anche con i bagnanti, quindi siamo cauti a esprimerci in merito alle varie disposizioni che adotterà agni piscina.

Detto questo, dopo esserci consultati, abbiamo trovato ragionevole abbandonare l'idea di allenarsi in questo momento.

Ci dispiace tanto ma non ci sono davvero i presupposti per offrire un'attività decente e in sicurezza a tutti i nostri atleti.

L’attività riprenderà da settembre in poi e come tutti gli anni, prima sarà fatta una riunione per informare le famiglie e gli atleti sui vari spazi acqua che avremo a disposizione per riprendere la nostra attività.

Per tutti i nostri atleti e le loro famiglie rimaniamo, come da sempre, a loro disposizione e, qualora ce lo chiedessero, a garantire il miglior supporto possibile per le informazioni sulle varie aperture delle piscine di zona.

Tutto questo perché se c’è qualcuno dei nostri atleti che volesse fare qualche vasca in autonomia sia informato e quindi facilitato per procedure, spazi e attrezzature.

Da parte di tutto lo Staff ci teniamo a ringraziare le famiglie dei nostri atleti e i nostri "grandi" atleti per aver continuato a fare attività a secco in casa e averci mandato i video a testimonianza di ciò.

Per quanto ci riguarda non ci rimane altro che augurarvi una felice estate senza dimenticare le varie regole da rispettare (mascherina, distanza di almeno un metro, ecc…).

 

Ciao e…a presto!

 

 

Siamo ormai vicini alla data tanto attesa da tutti noi!

Gli ultimi ritocchi e poi saremo pronti ad accogliere gli atleti "speciali" provenienti da tutta la Toscana!

L'impianto aprirà alle ore 14,00 e gli atleti potranno entrare in acqua per il riscaldamento alle ore 14,30, il quale avrà termine alle 15,00. Seguirà il saluto delle varie autorità e poi procederemo con l'inizio delle gare alle ore 15,15 le quali termineranno verso le ore 18,00.

A seguire ci sarà una divertente staffetta in ricordo dell'atleta Mirko Volpini e dell'operatore Alessandro Carli, scomparsi lo scorso anno. Alla fine del "Memorial" ci saranno le premiazioni di tutti gli atleti che avranno gareggiato.

La Piscina Intercomunale di Fucecchio-Santa Croce sull'Arno si trova in Via G. Lucchesi, 7 - Fucecchio (FI) - Plus Code di Google Maps: PQ8V+9G Santa Croce sull'Arno, PI

Come arrivare:

Per chi proviene da Viareggio e/o Massarosa consigliamo di fare l'A12 direzione Livorno e uscire a Pisa Centro e seguire le indicazioni per SGC FI-PI-LI in direzione Firenze per poi uscire a S. Croce sull'Arno. Seguire le indicazioni per S. Croce sull'Arno/Fucecchio, dopo aver passato il ponte dell'Arno si arriva a una rotonda, prendere la prima uscita e proseguire per Fucecchio. Dopo circa 1km troverete Via Lucchesi sulla destra.

Per chi viene da Livorno prendere la SGC FI-PI-LI in direzione Firenze per poi uscire a S. Croce sull'Arno; seguire le indicazioni per S. Croce sull'Arno/Fucecchio, dopo aver passato il ponte dell'Arno si arriva a una rotonda, prendere la prima uscita e proseguire per Fucecchio. Dopo circa 1km troverete Via Lucchesi sulla destra.

Per chi proviene da Pistoia e/o Prato si consiglia di prendere la A11/E76 direzione Firenze-Pisa e uscire a Montecatini Terme, procedere in direzione di Monsummano Terme; seguire le indicazioni per Fucecchio per prendere la Strada Regionale 436 Francesca. Una volta arrivati alla rotonda dopo il cimitero di Fucecchio, seguite le indicazioni per Santa Croce sull'Ano.

Per chi proviene da Siena può prendere la Strada Statale 674/Tangenziale Ovest di Siena e continuare sul Raccordo Autostradale Firenze - Siena e uscire a Poggibonsi Nord e proseguire sulla Strada Regionale 429 di Val d'Elsa in direzione Empoli; a Empoli entrare in SGC FI-PI-LI direzione Pisa-Livorno e uscire a S. Croce sull'Arno. Seguire le indicazioni per S. Croce sull'Arno/Fucecchio, dopo aver passato il ponte dell'Arno si arriva a una rotonda, prendere la prima uscita e proseguire per Fucecchio. Dopo circa 1km troverete Via Lucchesi sulla destra.

Per chi proviene da Pisa e dintorni si consiglia prendere la SGC FI-PI-LI in direzione Firenze per poi uscire a S. Croce sull'Arno; seguire le indicazioni per S. Croce sull'Arno/Fucecchio, dopo aver passato il ponte dell'Arno si arriva a una rotonda, prendere la prima uscita e proseguire per Fucecchio. Dopo circa 1km troverete Via Lucchesi sulla destra.

 

 

 

A dieci giorni esatti dalla data della cena i nostri "Special Chef" stanno affinando la loro tecnica in cucina! Fervono i preparativi e la cucina diventa luogo non solo di condivisione di un lavoro di gruppo ma anche condivisione di sorrisi e abbracci per avercela fatta!

 

Stasera è stata la serata per la preparazione in grande quantità dei tortelli mugellani, che faranno parte del menù della magnifica cena che vi attenderà sabato 14 Dicembre!

 

Se non avete ancora prenotato, vi invitiamo a farlo subito! Sarà una cena preparata ma, soprattutto, servita dai nostri nuovi e "vecchi" Chef che in questi anni hanno frequentato il corso di cucina.

 

Chiamateci subito, avete ancora pochi giorni a disposizione!!!

 

Per prenotazioni Gian Luca 347 246 2183   Letizia 333 288 1766